Philip Lhamsuren e lo stile di vita nomade

Nomad Heat - Philip Lhamsuren e lo stile di vita nomade

Dopo la rivoluzione agraria, lo stile di vita nomade non fu più una forza trainante sulla mappa del mondo. Poche persone e nazioni sono rimaste legate ai vecchi modi di vivere e molte conoscenze sono andate perse nel corso degli anni di continui cambiamenti. Un luogo che è rimasto fedele alle sue radici e alle sue tradizioni millenarie è però la Mongolia. Nelle sue aree rurali e nella sua popolazione, le vecchie abitudini dei nomadi sono fondamentali per la sopravvivenza del popolo. È proprio questa eredità e la saggezza dell'uomo sopravvissuto che ha dato vita a Nomad Heat. L'incarnazione di queste virtù si trova in Philip Lhamsuren, che è l'ispiratore della nostra linea di prodotti e della visione del marchio. In questo articolo esploreremo chi è Philip e ci immergeremo ulteriormente nella mente di uno degli ultimi nomadi rimasti in vita.

Per saperne di più sulla relazione tra Home of Wool e Nomad Heat, consultate questo articolo. articolo.

Chi è Philip Lhamsuren?

Philip Lhamsuren ha attraversato l'Amazzonia da solo, contando solo sulla sua bicicletta, sulla sua canoa e sul suo spirito. Ha trascorso un anno nella Legione straniera francese e ha lavorato come cacciatore di lupi in Mongolia. Il suo corpo è adattato alle steppe, ai deserti, alle giungle e alle cime delle montagne del mondo. I viaggi che intraprende hanno spesso proporzioni bibliche, ma rimane umile di fronte alla natura e a se stesso.

"Faccio tutto questo perché sono cresciuto e lo amo, non lo faccio per sentirmi importante. Questo è il cuore del mio stile di vita", dice Philip.

Philip Lhamsuren è un esploratore e un artista. Il suo spirito libero e il suo desiderio di vagabondaggio sono il risultato della sua educazione, delle difficoltà della vita e del destino". Sono cresciuto sulla strada. Tutto è importante, tutto fa parte del destino e del karma dell'uomo", dice Philip.

Nomad Heat - Philip Lhamsuren e lo stile di vita nomade (2)

Fin da giovane si scontra con le avversità della vita. Dopo aver trascorso un anno e mezzo in un campo profughi cinese, Philip incontra persone di tutti i livelli della gerarchia sociale ed economica. Attraverso la sofferenza e l'indigenza, inizia il suo viaggio alla scoperta di sé. "Una cosa è essere poveri e miserabili, un'altra è fuggire dalla violenza. Vivendo con questi bambini, giocando con persone di tutte le religioni, si inizia a vedere", dice Philip.

Oltre all'influenza dei suoi continui viaggi e contatti con persone diverse, Philip eredita la mente aperta e il pensiero libero della madre Ganhand Lhamsuren. L'esperienza di vita e l'educazione hanno gettato le basi di un ragazzo curioso e audace.

Al centro della sua personalità ci sono le sue origini bulgare e mongole. "Sono stato fortemente influenzato dall'Oriente e dal modo di pensare dei nomadi, in cui è necessario essere in continuo movimento e riflettere sempre sulle difficoltà, accogliendole e rispettandole, perché la sofferenza è assolutamente obbligatoria nella vita", dice Philip.

Si ispira alla semplicità dei nomadi. L'idea di vagare all'orizzonte e di vivere un tutt'uno con la natura lo consuma completamente. "Mi piacciono le cose semplici, le cose semplici e chiare, la verità. Mi piace quando sei contro te stesso e non contro la natura", dice. I deserti e le steppe sono la sua casa e la natura è la sua maestra. Philip inizia lentamente ad assorbire i modi tradizionali dei nomadi e a rientrare in contatto con le sue radici mongole.

Nomad Heat - Philip Lhamsuren e lo stile di vita nomade (3)

Tra la vita dura e la natura ancora più dura della Mongolia, Philip capisce il vero significato della sopravvivenza. Sia gli estranei che i parenti lo introducono all'arte della navigazione e della sopravvivenza, mentre Philip stesso impara a perdersi e a non arrendersi mai.

"Sono uscito dalla bolla intellettuale della mia famiglia perché volevo tornare dai miei antenati, nella Mongolia selvaggia. La Mongolia in cui dopo Ulaanbaatar, l'unica grande città del Paese, non iniziano che montagne sconfinate, steppe e deserti dove i nomadi vivono alla vecchia maniera", racconta Philip.

Un tutt'uno con la natura

Philip Lhamsuren è intrinsecamente legato alla natura. Trova conforto e significato nella presenza della natura selvaggia. Per lui, tutta la fauna selvatica è sacra e ha un legame profondamente radicato con noi. "Prima di evolverci in esseri umani, eravamo tutte le altre specie - questo è ciò che credo", dice. "È per questo che so cosa fare in natura, perché prima eravamo acqua, girini, pesci, uccelli o alberi: eravamo queste forme di vita; è la nostra evoluzione".

Nella mente del nomade, il nostro albero genealogico condiviso con tutte le altre specie rende obsoleto il pensiero della solitudine. Secondo Philip, le persone sono intrinsecamente connesse al battito di tutti gli altri esseri, e come tali la nostra esistenza è intrecciata. "Non credo che una persona possa essere sola. Certo, è sola come personalità. Nasce sola e muore sola. Gli amici e la famiglia sono solo un calore temporaneo, ma nella vita non si può essere soli", dice Philip. "Il resto delle specie non sono forse organismi, energie ed esseri viventi? Sono vivi proprio come voi".

In tutta la pianura del tempo, per Philip è l'"ora" ad avere la massima importanza. L'essenza del momento ha il massimo valore se viene vissuta nel presente. "È fondamentale per una persona essere qui e ora. È un luogo comune, ma è l'epitome della vita", dice. L'idea di mindfulness è alla base del nomade. È in continuo movimento, eppure rimane fissato sul presente. Il corpo fisico è quello che si meraviglia, mentre la mente rimane ancorata al momento attuale.

Nomad Heat - Philip Lhamsuren e lo stile di vita nomade (4)

Per Philip, sono le difficoltà a spingerlo ad andare avanti. "Non ho un'ondata costante di motivazione durante i miei viaggi. Ti senti affamato, stanco e spaventato: sono emozioni umane. Ti chiedi perché sei lì, vorresti scappare, fuggire", dice. "Non sono un ottimista. Ciò che mi aiuta è la mia disciplina e la consapevolezza che oggi è un buon giorno, perché domani potrebbe essere molto peggio".

Philip è un naturalista. La strada è la sua casa e la natura è la sua fonte di vita. Essere in movimento è ciò che lo sostiene come persona. "Mi piace questa sensazione perché soddisfa la mia curiosità e mi dà la possibilità di imparare molto su di me, sul mondo e sulle specie circostanti. È questo che mi nutre e mi ispira. Il rischio è enorme. Non so cosa potrebbe accadere. Potrei morire, almeno così pensa la mia mente. Per l'anima e lo spirito, invece, la mia morte è impossibile", dice Philip.

Per soddisfare il suo desiderio di autenticità e di esperienze crude, Philip cerca luoghi lontani e nascosti dalla civiltà; luoghi che devono ancora essere completamente esplorati. "La destinazione deve essere selvaggia. Io non la chiamo selvaggia, ma uso questa parola per farmi capire meglio. Io chiamo la destinazione "viva". Nel mio vocabolario, è viva perché esiste da sola e tutte le creature viventi vivono in equilibrio tra loro", dice. "Questi luoghi sono di solito territori enormi e vasti, senza la presenza umana".

Il premio finale rimane l'esperienza e i ricordi. "La destinazione finale è solo una parte dell'equazione. La spina dorsale, la verità della spedizione, sta nel viaggio stesso", dice Philip. "Ogni volta che mi avvicino alla fine, mi rattristo. Mi emoziona il fatto che il viaggio stia per finire e che non lo vivrò più allo stesso modo.

La chiave per un viaggio di successo

Per Philip Lhamsuren la forma di trasporto più affidabile è il corpo umano: viaggia leggero e a piedi. Ispirandosi al modo dei nomadi, Philip porta con sé solo ciò che è vitale per la sua sopravvivenza. Quattro oggetti sono un must nella sua lista di elementi essenziali. "Queste sono le mie preferenze personali, porto sempre con me qualcosa per accendere il fuoco, ad esempio il magnesio. Ho anche un quaderno con una penna, un coltello e una lampada frontale. Per me sono assolutamente obbligatori".

A prima vista, il taccuino che Philip porta con sé può sembrare fuori luogo, ma il suo contenuto è fondamentale per il viaggio che lo attende. Le pagine aperte offrono un luogo di espressione e di riflessione, senza il quale potrebbe essere consumato dalla pressione della spedizione. "Scrivere mi aiuta molto. Mi allontana dalle condizioni difficili, dal dolore e dalla paura. Allevia il dolore che c'è in me. Riverso tutto sul foglio di carta e questo mi guarisce", dice.

Philip scrive i suoi libri proprio sulla strada, dove si sente ispirato e più in contatto con il mondo. "Mi piace scrivere perché quando sono nella natura voglio creare. Non scrivo libri perché so scrivere, lo faccio perché sono ispirato e fa semplicemente parte del mio rituale prima di andare a letto mettere su carta ciò che ho provato e sperimentato quel giorno", dice.

Nomad Heat - Philip Lhamsuren e lo stile di vita nomade - pantofole di lana

A parte il suo lato artistico, Philip rimane sempre molto pratico ed efficiente. La saggezza millenaria del nomade lascia la sua impronta su di lui. L'audacia della mentalità del sopravvissuto e la praticità della filosofia orientale fanno di Philip una persona con una grande forza creativa. Egli incanala questa energia nell'eredità e nella missione di Nomad Heat, creando sacchi a pelo unici nel loro genere.

Il sacchi a pelo sono realizzati in lana, lino e seta di gelso. L'ispirazione per la durata dei materiali e la multifunzionalità del prodotto deriva dalla cultura e dalla filosofia dei nomadi. Philip prende spunto dal design dell'abito nazionale mongolo, chiamato deel, che può servire come abbigliamento, riparo temporaneo o letto. "È assolutamente pratico e funziona da secoli. Dalla cintura (33 piedi) si può ricavare un campo. Questo abbigliamento ha tutto, è il risultato di un'esperienza millenaria. Non dimentichiamo che è fatto di lana", dice Philip.

Proprio questa antica multifunzionalità è incorporata nei sacchi a pelo di Nomad Heat". Anche nelle cose più perfette che ho usato, vedo dei problemi. Se qualcosa è scomodo, lo rimuovo semplicemente. Uso ciò che ho e di cui ho bisogno. Qui sono riuscito, senza esagerare, a creare questa funzionalità tanto necessaria. Si possono togliere le mani e i piedi e fare i propri bisogni senza dover lasciare il sacco a pelo. Questo è l'amalgama delle cose che ho visto in altri sacchi a pelo e della mia esperienza personale", dice.

Nomad Heat - Philip Lhamsuren e lo stile di vita nomade (5)

Oltre al design accuratamente realizzato per favorire la mobilità e il sonno profondo, i sacchi a pelo sono adatti a resistere a fattori ambientali ostili e a potenziali rischi legati al campeggio. Secondo Philip, la lana è naturalmente resistente alle fiamme ed estremamente durevole: questo la protegge da strappi e incendi, che spesso possono verificarsi con i materiali sintetici durante gli spostamenti o il posizionamento vicino al fuoco.

Nella vita di un nomade, la durata è sinonimo di sicurezza, poiché la sostituzione frequente di qualsiasi indumento o oggetto domestico di vitale importanza potrebbe essere fatale. In questo modo, la lana diventa naturalmente centrale per le abitudini dei nomadi, grazie alla sua resistenza e alla sua semplice manutenzione. Questo principio è incorporato nei sacchi a pelo di Nomad Heat.

"Il prodotto sarà duraturo se la lana viene mantenuta correttamente, poiché è un processo che richiede tempo: non deve bagnarsi, deve essere asciugata nel modo giusto - portandola fuori in un luogo ventilato e soleggiato", dice Philip. "L'igiene è direttamente correlata alla manutenzione del nostro corpo, e lo stesso vale per i materiali naturali".

Nomad Heat - Philip Lhamsuren e lo stile di vita nomade (6)

Nonostante la prima impressione che Philip dà con le sue avventure, non sarebbe giusto definirlo un estremista. Egli segue ciò che è vero e lo trova nelle zone più selvagge e vive del mondo. Purtroppo, l'uomo di città ha dimenticato qual è il costo della più nuda e semplice delle verità. Per Philip, una persona deve imparare a fare sacrifici e a vivere al di fuori del mondo degli eccessi per raggiungere un livello di coscienza superiore.

"La mia più grande forza non è la capacità di sopravvivere, perché è secondaria. Conosco amici che sono sopravvissuti molto meglio di me, ma hanno un punto di vista diverso, non si permettono di cogliere l'attimo. Mi sono sempre visto come un artista, non come un commando", ha detto Philip.

 

Acquista ora

  • Pantofole Nomad Heat WoolPantofole Nomad Heat Wool con chiusura elastica sul retro
    US$54

    CARATTERISTICHE Suola morbida e flessibile Regolano la temperatura per il comfort in un'ampia gamma di climi Regolano l'umidità per prevenire la sudorazione Traspirante Perfetto per l'uso in sacchi a pelo, tende, cottage, case. Chiusura con cinturino elastico per una facile calzata e sfilata MATERIALI Lana vergine certificata Oeko-tex Altri materiali: No CURA DEL PRODOTTO [...]

    Scegli Questo prodotto ha più varianti. Le opzioni possono essere scelte nella pagina del prodotto
  • Coperta di lana pesanteCoperta di lana pesante Nomad Heat con Philip
    US$171US$216

    Una coperta di lana pesante completamente naturale che unisce antiche tradizioni nomadi, design contemporaneo e durata.

    100% calore di lana termoregolatore che vi porta il calore di un forte abbraccio, ovunque andiate.

    Adatto a persone che soffrono di allergie e MCS. Completamente privo di sostanze chimiche, non emette gas e non contiene VOC.

    Realizzato a mano da artigiani bulgari con materiali 100% biodegradabili, sostenibili e rinnovabili.

    Scegli Questo prodotto ha più varianti. Le opzioni possono essere scelte nella pagina del prodotto
  • Sacco a pelo Nomad Heat Wool Trek ProNomad Heat Wool Sacco a pelo Trek Pro - panoramica
    US$754US$917

    Un sonno estremamente ristoratore con il lussuoso sacco a pelo Trek Pro.
    L'utilizzo di materiali completamente naturali - seta e lana di gelso - garantisce un'imbattibile regolazione della temperatura e dell'umidità e un'assenza di rumore per un comfort senza pari durante il sonno.
    Adatto a chi viaggia all'avventura con tende e camper.

    Scegli Questo prodotto ha più varianti. Le opzioni possono essere scelte nella pagina del prodotto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

3 × tre =